Perché e come usare gli incensi

Bruciare incenso può essere di grande aiuto per purificare l’aria, quando gli ambienti in cui viviamo sono saturi di tensioni, di paure, di ansie, di tristezza, di frustrazioni, quando ci sentiamo stanchi, svuotati e nervosi.

L’incenso (dal latino incendere = incendiare) si ottiene dalla secrezione della resina di diverse piante, incidendo la corteccia e raccogliendo la resina di colore giallastro. Oggi l’incenso è disponibile maggiormente sotto forma di bastoncini che, una volta bruciati, producono il profumo cercato.

Esistono differenti varietà e profumazioni. È importante scoprire le caratteristiche e i benefici delle varie tipologie per scegliere quello giusto e più adatto a te e alle tue esigenze. 

L’incenso nella storia

Nella storia differenti civiltà hanno utilizzato l’incenso per ringraziare le divinità e per purificare le case, bruciandolo direttamente sotto forma di corteccia in occasione di cerimonie religiose. Una pratica che ritroviamo in Egitto, tra gli Etruschi, i Romani e i Maya: anticamente si attribuiva al fuoco e al fumo generato dall’incenso un modo per connessione con il cielo e quindi con il divino.

Oggi è molto utilizzato in ambito dello yoga e della meditazione, in quanto favorisce la calma e la concentrazione, e anche in aromaterapia, per la purificazione degli ambienti.

Simbolismo dell’incenso, come e perché usarlo

Sono diversi gli utilizzi dell’incenso, attraverso la fumigazione e purificazione. 

Alcuni esempi sono

  • Purificare gli ambienti e ampliare la concentrazione. Spesso i luoghi in cui trascorriamo le nostre giornate diventano saturi di energie negative e blocchi emozionali, che ostacolano la concentrazione su ciò che dobbiamo svolgere. Bruciare dell’incenso può essere di aiuto per ripristinare le giuste energie, accrescere la concentrazione e la produttività.
  • Calma e tranquillità. Alcune profumazioni sono particolarmente indicate per aumentare calma e tranquillità ed essere d’aiuto a favorire il sonno.
  • Alcuni incensi o erbe hanno delle specifiche capacità energizzanti e aiutano a rinvigorirsi specie dopo una giornata pesante.
  • Per meditare. Gli incensi, portando a pace interiore, sono ideali per le pratiche meditative e yogiche.

Le proprietà e le tipologie di incenso. Come scegliere?

Esistono differenti qualità di incensi, da quelli naturali e botanici, ai classici indiani, con diversi benefici e proprietà. È possibile sceglierlo in base alle proprie abitudini, esigenze o stati d’animo.

Le principali resine per produrre incensi sono:

  • Copale: una resina fossile della Bursera odorata che sprigiona un gradevole aroma dolce. Il copale ha un’energia particolarmente positiva per l’amore, per benedire la casa, per le consacrazioni, per la meditazione, la protezione, la celebrazione, l’energia solare e per creare uno spazio sacro.
  • Legno di sandalo: non è una resina, ma legno ridotto in polvere o a pezzetti. È generalmente associato alla spiritualità, alla purificazione, alla meditazione, alla pace, alla guarigione e alla protezioni.
  • Mirra: resina estratta dalla Commyphora myrrha, una gommaresina aromatica dall’odore pungente, leggermente dolce-amaro. Alla mirra sono associate la proprietà di purificazione e guarigione. Il fumo della mirra offre chiarezza quando c'è confusione e rafforza lo spirito quando ci sono sentimenti negativi.
  • Yagra: incenso naturale di origine indù, ha un aroma forte e morbido con un'inclinazione agli agrumi. Lo Yagra è usato per attirare abbondanza, prosperità, ricchezza e per aprire nuove strade nella vita
  • Olibano: resina fossile della Boswellia carterii, è tra le più popolari. Sprigiona un aroma dolce-speziato ed è associalo alla santità, alla purificazione, alla meditazione, alla protezione, alla gioia, alla celebrazione, all’energia solare e alla consacrazione.

Esistono anche incensi i cui ingredienti sono ricavati da piante o dai loro oli essenziali.

In elenco alcune piante utilizzate e le loro proprietà:

  • Alloro: utilizzato per protezione, purificazione, resistenza, fedeltà, saggezza, forza
  • Arancio: amore, gioia, purificazione, prosperità
  • Calendula: energia positiva, protezione, allevia lo stress, accresce la consapevolezza, pace
  • Camomilla: purificazione, guarigione, calma l’ansia, rilassa i bambini
  • Cedro: guarigione, purificazione, protezione, prosperità
  • Eucalipto: protezione, guarigione
  • Lavanda: guarigione, amore, felicità, guarisce dal dolore e senso di colpa, sonno, tranquillità, protezione, purificazione, pace, benedice la casa, saggezza
  • Rosmarino: pulizia, protezione, guarigione, longevità, migliora la memoria e la concentrazione
  • Ruta: protezione, capacità mentali, purificazione, salute, benessere
  • Salvia: comunicazione, eloquenza, protezione, guarigione, amore, sogni

Con queste conoscenze a disposizione, si è in grado di scegliere l’incenso più appropriato in base ai propri stati d’animo ed esigenze. È fondamentale prediligere prodotti naturali, privi di sostanze chimiche e cancerogene, le cui fumigazioni rischiano di portare nausea e mal di testa.